Presentazione all’amministrazione comunale di una petizione ai sensi dell’art. 50 dello Statuto Comunale.

I sottoscritti sottoscrittori, che dichiarano di risiedere o comunque operare nel Comune di Taranto,

PRESENTANO

le seguenti petizioni all’amministrazione comunale:

1) MESSA IN SICUREZZA IDROGEOLOGICA E PARCO LAUDATO SI’ – Tenuto conto che:

  • L’area della Salina Piccola è interessata da accumuli endoreici (metastasi idrogeologiche) e deflussi concentrati di acque, con evidenti rischi di allagamenti per il quartiere;
  • La suddetta evidente pericolosità idrogeologica della zona rende necessario un immediato e tempestivo intervento del Comune di Taranto per la sua messa in sicurezza;
  • Il nostro Osservatorio ha partecipato a incontri in Municipio in data 16/01/2018 alla presenza dell’ex vice sindaco Rocco De Franchi e 21/03/2018 alla presenza dello stesso De Franchi e dell’assessore allo Sviluppo economico Valentina Tilgher, riguardanti la messa in sicurezza idrogeologica del quartiere e la realizzazione del parco Laudato Si’;

Chiediamo all’Amministrazione di voler valutare eventuale riesame – se questo non dovesse determinare ulteriore e significativo rinvio temporale nella realizzazione del progetto – del relativo “Piano di fattibilità” fatto predisporre al fine di verificare la possibilità di un contenimento dei costi preventivati (€ 18.300.000), tenuto conto dell’inedificabilità delle aree interessate. Allo scopo di poter rendere più  risolutivo ed economicamente sostenibile l’intervento (tenuto conto del risparmio dei costi di esproprio), si potrebbe utilizzare lo strumento della perequazione previsto dalla “Variante Salinella”, per l’acquisizione dei terreni da utilizzare per la realizzazione delle opere per la messa in sicurezza e, nel contempo, di quelle aree limitrofe al Relitto della Palude Salinella, su cui si trovano numerosi alberi di ulivo secolari ed attraversata dalla storica via del Trullo, per la creazione di un’oasi / parco naturalistico , al servizio del quartiere, in attuazione di quanto previsto dal P.R.G. (a tal proposito si segnala il D.G.R. 128/2011 oggetto di attenzione da parte della Giunta Comunale con atto nr.151/2015 e 244/2015 per il rispetto degli adempimenti prescrittivi regionali)”.

2) SEGGI ELETTORALI – Considerata la vastità del quartiere Salinella ed il numero e l’età media dei suoi abitanti, l’ubicazione dei seggi elettorali unicamente presso i locali dell’istituto Archimede in via Lago di Viverone risulta quanto mai scomoda ed insufficiente. Gli abitanti dell’ampia aerea che comprende la zona CEP, quella cosiddetta “del Sestante” e quella adiacente lo stadio Iacovone, a causa della distanza e della difficoltà ad attraversare via Ancona a piedi, sono gli unici in città a essere costretti a dover usare un mezzo di trasporto per poter esercitare il proprio diritto di voto.
Inoltre, chi non ha a disposizione un mezzo privato è costretto a prendere l’autobus e comunque deve affrontare un ulteriore tratto a piedi da corso Italia al plesso scolastico che, per le persone anziane specialmente, non è di poco conto.
Riteniamo che questo disagio leda il diritto dei cittadini del quartiere di accedere agevolmente alle operazioni di voto.
Giova ricordare che la precedente ubicazione dei seggi in via Lago di Montepulciano 1, presso la ex scuola Cotignola, era stata giustamente esclusa come sede elettorale in quanto già causa di disagi e inaccessibile nei giorni di pioggia per gli allagamenti che continuano a renderla impraticabile.
Chiediamo pertanto che l’amministrazione comunale si adoperi affinché si individui una soluzione per poter allestire dei seggi anche nell’area CEP/Sestante, così da favorire l’espletamento del dovere civico del voto di tutti o, in assenza di sedi idonee, garantire un servizio navetta gratuito che permetta a chiunque di poter esercitare il proprio diritto di voto senza disagi.

3) AREA SGAMBAMENTO CANI – Dando seguito alle numerose richieste dei residenti e dei proprietari di cani, che sono costretti a portare gli animali al guinzaglio in giro per il quartiere senza poterli mai lasciare liberi senza rischiare di incorrere in una multa o nelle proteste dei passanti, i sotto elencati cittadini, promotori e firmatari della presente, chiedono al sig. sindaco e a quanti di competenza la realizzazione di un’area recintata che possa essere recintata e utilizzata come area per lo sgambamento dei cani, favorendone la socializzazione ed il loro addestramento da parte dei proprietari in sicurezza e con tranquillità degli altri cittadini.
A tal proposito, si suggerisce la riqualificazione dell’area verde sita in via Golfo di Taranto di fronte alla palestra “L’Isola Felice” (vicinanze Palafiom / parcheggio dipendenti Clinica Villa Verde), area per noi adatta anche per i proprietari di cani di tutta la città, considerato l’ampio parcheggio del Palafiom.
Si segnala, infine, che la suddetta richiesta è stata già sottoposta più volte all’amministrazione, in particolare a mezzo mail all’ex vice sindaco De Franchi in data 09/08/2017, 18/01/2018, 22/03/2018 nonché all’assessore all’Ambiente Francesca Viggiano in data 26/05/2018.

INDICANO

Il seguente sottoscrittore delegato a ricevere da parte dell’amministrazione ogni eventuale comunicazione, ivi compresa la risposta finale, e a rendere i chiarimenti da essa eventualmente richiesti: SETTEMBRE FRANCESCO


Compilando i campi di questo modulo di adesione intendo sottoscrivere la petizione che sarà depositata dall’OPS – Osservatorio Permanente Salinella presso l’Amministrazione Comunale di Taranto.

Premendo il tanto “SOTTOSCRIVI” do il consenso al trattamento dei dati personali e dichiaro di aver preso visione della policy della privacy relativa a questa raccolta firme, in ottemperanza alla legge vigente.

5 Marzo 2019: la petizione è ufficialmente chiusa, le firme verranno consegnate nel pomeriggio direttamente all’Assessore all’Urbanistica Dott. Ubaldo Occhinegro.