Riqualificazione Salinella, avviate due gare di appalto (su tre)

Proseguono gli iter burocratici che porteranno alla riqualificazione dell’intera Salinella in occasione dei Giochi del Mediterraneo del 2026.

Lo scorso venerdì 24 giugno sono state, infatti, pubblicate sul portale appalti del Comune di Taranto le gare d’appalto per l’affidamento della progettazione definitiva degli interventi 2 e 3 previsti nel programma denominato “Taranto Green&Blue – Parco del Mediterraneo alla Salinella“, ovvero:

    • Parco della Salina Piccola
    • Parco Urbano Sportivo Giochi del Mediterraneo

Resta quindi al momento pendente la gara d’appalto per l’intervento 1, la “Messa in sicurezza idraulica del quartiere Salinella” che ha – lo ricordiamo ancora una volta – priorità massima per il nostro Osservatorio rispetto a tutto il resto.

Le procedure rimarranno aperte fino al prossimo 27 luglio, con apertura dei plichi prevista per il 28 dello stesso mese, e prevedono i seguenti importi:

    • Parco della Salina Piccola – Importo pari a 227.259,16€, codice pratica 913309111F;
    • Parco della Salina Piccola – Importo pari a 369.820,93€, codice pratica 924231686F.

Vi terremo ovviamente aggiornati riguardo il già citato “intervento 1”.

Link utili per approfondire:

Tangenziale Sud, aggiornamenti (15/06)

Breve aggiornamento sul secondo lotto della Tangenziale Sud: Acquedotto Pugliese entro la fine della settimana prossima completerà le operazioni propedeutiche all’allaccio, collaudo e potabilizzazione delle due condotte che portano l’acqua al carcere e a Talsano/Lama/San Vito, operazioni che avverranno in due momenti separati per evitare di fermare l’erogazione della fornitura dell’acqua nelle due già menzionate zone della città.
 
Una volta completato questo step, AQP lavorerà nei successivi 25 giorni (presumibilmente 10-12 giorni per condotta) all’allaccio con collaudo che darà il via libera alla prosecuzione dei lavori di realizzazione dell’ultimo sottovia nella strada vicinale San Francesco (con abbattimento della vecchia cabina ENEL).
 
L’interferenza ENEL di cui scrivemmo in un post precedente è stata già rimossa ed era propedeutica rispetto ai lavori di AQP.
 
 
Ne approfittiamo per ringraziare ancora una volta la Provincia di Taranto nelle persone di Franco Ricciardi (Direzione Lavori) e Walter Caprino (dirigente RUP dell’opera), sempre disponibili nei nostri confronti nel fornirci gli aggiornamenti che poi riportiamo sui nostri canali social.
 

Taranto al voto (finalmente)

È finalmente giunto il giorno delle elezioni amministrative, e noi lanciamo il nostro appello al voto con questa massima di Walter H. Judd, medico missionario e politico americano:
 
“Spesso si dice che, in una democrazia, le decisioni sono prese a maggioranza del popolo. Naturalmente, questo non è vero. Le decisioni sono prese a maggioranza di coloro che fanno sentire la loro voce e che votano – una cosa molto diversa”.
 
Si vota dalle 7.00 alle 23.00.
 
Chiudiamo con una piccola nota a margine: SCUSATECI. Quella di oggi è l’ennesima sessione elettorale senza seggi al CEP, e questo significa che molti anziani non andranno a votare. Nel 2019, il 6 marzo, avevamo consegnato brevi manu alla giunta Melucci una petizione (701 firme raccolte) che aveva tra i suoi punti anche il ripristino dei seggi alla Salinella. Ne abbiamo parlato più volte, ci siamo lamentati formalmente per le europee del 2019 e le regionali dello scorso anno, avevamo chiesto per questo turno almeno delle navette ma no, non ci siamo riusciti.
 
Questo ci spiace, e ci fa venire in mente un’altra massima, questa volta di Robert Sabatier, scrittore francese:
 
“C’è un’azione peggiore che quella di togliere il diritto di voto al cittadino, e consiste nel togliergli la voglia di votare”.
 
 

Siamo iscritti al RUNTS

Oggi permetteteci di festeggiare: con provvedimento nr. 518 del 18/05/2022 , ai sensi e per gli effetti dell’articolo 47 del D. Lgs n. 117/2017 e dell’articolo 9 del D.M. n. 106 del 15/09/2020, si determina l’iscrizione dell’ente “OPS – OSSERVATORIO PERMANENTE SALINELLA ODV” nella sezione “ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO” del RUNTS.
 
 
Auguri a noi!
 

Nuovo stadio, presentata la manifestazione d’interesse

Ieri avevamo avuto notizie in merito direttamente dalla voce del candidato Melucci, oggi non possiamo nascondere un certo entusiasmo pur rimanendo – come sempre – con i piedi per terra: è stata presentata, questa mattina, la manifestazione d’interesse per la realizzazione del nuovo stadio di calcio della nostra città.
 
 
Presentata dal Gruppo Gabetti ed Esperia Investor, si tratta di un vero e proprio impianto multifunzionale che si integra perfettamente nel masterplan con cui si intende riqualificare il nostro quartiere in occasione dei sempre più vicini Giochi del Mediterraneo previsti per il 2026.
 
Potrà ospitare ogni categoria di evento sportivo nazionale e internazionale (categoria UEFA 4) o evento di altra natura, sarà dotato di un’area commerciale in cui rientreranno negozi, musei, ristoranti, alberghi, cinema, parcheggi, media center e palestre.
 
Non si è parlato di capienza, si ipotizzano 16-18.000 posti, con le tribune poste a 5,9 metri dal campo e le curve a 7,4 metri. Inoltre son previste copertura integrale, sale per meeting ed eventi, 20 Skybox, aree ospitalità VIP esclusive, un centro medico di circa 700 mq, lo store e il museo della squadra.
Piedi per terra, dicevamo: va risolto il rischio idrogeologico, per noi è la base di tutto perché è un problema che va al di là dei progetti ed è una spada di Damocle che pende sulle nostre teste da sempre.
 
I progetti per la mitigazione ci sono, i soldi pure come dichiarato da Ubaldo Occhinegro, e per le tempistiche si dovrebbe partire in autunno 2022 così come confermato dall’ex sindaco Melucci.
 
Non lo nascondiamo, e per una volta permettetecelo: vedere questi progetti fa emozionare, è la Salinella che consegneremo ai nostri figli, il futuro di questa città. Noi continueremo a fare il nostro, sempre e comunque.
 

Bando “Più Vicini” Coop Alleanza, è arrivata la bicicletta

🤔 Ricordate il concorso “Più Vicini” lanciato da Coop Alleanza 3.0 e di cui vi abbiamo parlato nel settembre 2021?
 
😎 Quello per cui la nostra idea di condurre “la cultura a spasso per la città” era stata selezionate per la votazione finale insieme alle idee degli amici di Plasticaqquà Taranto e Giorgioforever?
 
🚲📕 Bene, finalmente oggi siamo riusciti ad acquistare la bicicletta ed il carrello per il trasporto dei libri, insieme diverranno la nostra piccola biblioteca itinerarante!
 
 
⛪ E non solo, perché bici e carrello serviranno anche per la distribuzione di pacchi alimentari alle famiglie più anziane del territorio (in collaborazione con la Caritas della Parrocchia Santa Famiglia – Taranto).
 
🙏🏻 Via, quindi, al momento ringraziamento: grazie a Coop Alleanza, al Consiglio di zona di Taranto, a Teresa Nicoletti, agli amici di Plasticaqquà e Giorgioforever con cui abbiamo condiviso questo percorso, e a tutti coloro che ci hanno sostenuto “spendendo” il loro gettone nel nostro salvadanaio.
 

Tangenziale Sud, aggiornamenti (19/05)

Aggiornamenti sul secondo lotto della tangenziale sud: la Provincia di Taranto è in attesa di completamento del collaudo (e consegna della documentazione) dei lavori eseguiti da parte di Acquedotto Pugliese in zona carcere.
Senza questo collaudo non si può procedere con gli step successivi, che vi riportiamo qui direttamente dal nostro precedente articolo dedicato alla tangenziale:
 
“Contestualmente al completamento dei lavori sulla prima tratta idraulica le aree saranno consegnate alla ditta che dovrà procedere con la demolizione della vecchia cabina ENEL sita nei pressi della Strada Vicinale Rapillo S. Francesco e con la successiva predisposizione per la realizzazione del sottopasso”.
 
 
La foto è stata scattata da noi di OPS.
 

Nuovo stadio, intervista al socio Gianmario Mirabile

Giornata turbolenta per noi dell’OPS, l’argomento del giorno è il nuovo stadio annunciato dall’ex sindaco Rinaldo Melucci.
 
 
Il nostro Gianmario Mirabile ha fatto due chiacchiere con gli amici di MondoRossoBlù.it, vi riportiamo l’intervista anche qui:
 

Gianmario, quale è stato il vostro ruolo nel progetto dell’iter dei Giochi del Mediterraneo?

Noi nei mesi scorsi ci siamo incontrati con la parte politica che ha trattato il progetto relativo ai giochi (assessori Occhinegro, Viggiano, sindaco Melucci). Riguardo tutto ciò che coinvolge il nostro quartiere, abbiamo sollevato il problema, da sempre esistente e mai risolto, del rischio idrogeologico.

Ecco, come si risolve il rischio idrogeologico?

Si supera con degli interventi poderosi, che devono coinvolgere tutta la Salinella. Operativamente occorre “asciugare” il sottosuolo e convogliare le acque piovane in dei punti di raccolta. Il progetto prevede due punti di raccolta, su dei terreni incolti: il primo è nelle vicinanze della clinica Villa Verde. Il secondo punto di convoglio e scarico è quello del Parco naturalistico Laudato Sii (di fronte il PalaRicciardi, ndr), che ospita una biodiversità molto ricca.

In quella zona stanno costruendo il nuovo centro comunale di raccolta del nuovo progetto di raccolta differenziata. Come hanno risolto il problema?

Il rischio idrogeologico può essere risolto attraverso un lavoro di sistema, oppure localmente e credo che in questo frangente siano state utilizzate delle tecnologie per ovviare localmente al rischio.

Tornando allo stadio, magari quando venne costruito il “Salinella” nessuno si interessava del rischio idrogeologico, ma adesso quale è la situazione? Quali danni sta subendo lo stadio?

Innanzitutto quello dell’umidità. Nessuno ne parla ma tante cantine nei palazzi del quartiere sono umide. Allo stadio ho notato, a vista, alcuni fenomeni tipici, sia nelle strutture come gli anelli inferiori che sul terreno di gioco. A me è sembrato, secondo le mie osservazioni, che il terreno di gioco sia addirittura in pendenza.

Prima hai detto che il rischio può essere risolto sia attraverso un piano generale che investa tutto il quartiere che localmente: è plausibile che Melucci abbia in tasca un progetto del nuovo stadio che risolva localmente tale rischio?

Non abbiamo visto nessun progetto, magari attendiamo che lo renda pubblico. Non posso escluderlo, però è chiaro che qualsiasi nuova costruzione deve tenere conto dei problemi della Salinella. Quindi posso presupporre che i tecnici lo abbiano valutato. Ma occorrerebbe chiederlo a lui (ndr: sembra che nei prossimi giorni il candidato sindaco Melucci organizzi una conferenza stampa per presentare il progetto dello stadio).

Cosa pensi su questo progetto annunciato e, in generale, su tutto ciò che riguarda i giochi del Mediterraneo?

I timori miei, che poi sono anche quelli dell’Osservatorio, sono legati alle tempistiche e ai fondi. Per le tempistiche previste, dovremmo vedere i primi cantieri solo nel 2023 e avere tutte le strutture pronte per il gennaio del 2025. Ciò significa che gli appalti e i lavori devono procedere senza intoppi, i fondi devono arrivare tutti per realizzare ciò che è stato già pianificato. Il 2025 deve essere, secondo il comitato promotore, l’anno che traghetterà il quartiere e la città verso l’evento dei Giochi. Sono moderatamente fiducioso, proprio perché, come si dice, si devono allineare tutti i pianeti e deve filare tutto liscio. Con la speranza che anche tutti gli interventi collaterali vengano realizzati e possano ridare slancio e vitalità al quartiere Salinella. Penso ai parchi della Salinella, alle ciclabili, i giochi per i bambini, il dog park, la viabilità. Ma non solo.

 
 
 
 
 

Dal Questionario al Patto di Quartiere: la Salinella tra passato, presente e futuro

Non dubitare mai che un piccolo gruppo di cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l’unica cosa che è sempre accaduta.
Margaret Mead, antropologa

Ce l’abbiamo fatta, oggi è un giorno importante per noi e per la Salinella: finalmente oggi riusciamo a rendere pubblica l’elaborazione dei dati raccolti mediante il questionario “Il quartiere Salinella tra presente e futuro“, al quale hanno risposto 252 cittadini.

Studiato e portato all’attenzione degli abitanti del territorio ad agosto 2021 tramite delle locandine e i nostri canali social, il questionario è stato chiuso nello scorso mese di novembre ed ora, grazie al rimarcabile sforzo e alle conoscenze tecniche di 4 nostri volontari,  è qui di seguito possibile osservare una chiara e trasparente rielaborazione che mette in luce non solo le caratteristiche dei partecipanti che vi hanno aderito, ma anche le opinioni espresse sullo stato del quartiere e sulla progettualità comunale presentata il 21 luglio 2021 presso l’auditorium della parrocchia Santa Famiglia (con una piccola nota relativa alla progettualità provinciale prevista per la Tangenziale Sud).

Il questionario è, inoltre, la base che ha portato alla redazione del “Patto di Quartiere Salinella“, un vero e proprio contratto che sottoporremo alla sottoscrizione di tutti i candidati alla carica di sindaco di Taranto per la prossima tornata elettorale del 12 giugno. Un documento – disponibile di seguito – che sintetizza quanto è stato appunto espresso nel questionario, e che mette nero su bianco gli impegni su cui lavorare – insieme – negli anni a seguire.

Scarica il Patto di Quartiere Salinella

A tutti coloro che hanno speso parte del proprio tempo per far sentire la propria voce va il nostro più sincero “GRAZIE“. Lo stesso ringraziamento lo rivolgiamo anche a quanti, si spera, lo faranno in futuro. Lo facciamo con il sogno e la speranza che iniziative simili possano nascere anche negli altri quartieri di Taranto.

Clicca sul menu in basso, e buona lettura!

Page 1 of 11
1 2 3 11