Tangenziale Sud, importanti novità per la Salinella

Tangenziale Sud e Oasi della Salina Piccola, questi gli argomenti trattati lo scorso 3 agosto in un incontro tenutosi con il Presidente della Provincia Giovanni Gugliotti grazie all’interessamento del consigliere comunale Massimo Battista (Una Città per Cambiare Taranto).

Tangenziale Sud, lotto 1

Immagine 3 di 3

Durante l’incontro, serrato ma comunque costruttivo, il dirigente del RUP Walter Caprino ci ha illustrato l’attuale progettazione in dirittura d’arrivo per i lotti 1 e 2 della Tangenziale Sud ormai prossima all’apertura al traffico.

Vediamola nel dettaglio:

La mappa completa della Tangenziale Sud

Immagine 1 di 1

Lotto 1, Punta Penna – Salinella, in rosso nella mappa: i lavori sono stati ultimati e si è in attesa che siano rilasciate, dalle ditte appaltatrici, tutte le certificazioni relative ai collaudi effettuati (impianti e segnaletica). Siamo davvero al termine di lavori fondamentali per la viabilità non solo del quartiere Salinella, ma anche di tutta la città che verrà decongestionata (soprattutto Viale Magna Grecia). Ci si attende che l’inaugurazione possa essere effettuata già nelle prossime settimane.

Sempre relativamente al primo lotto, abbiamo affrontato due temi a noi molto cari:

  • La pulizia dell’area vicina allo svincolo per la Salinella, al momento una vera e propria discarica venutasi a creare in tutti questi anni di cantierizzazione e, soprattutto, assenza di controlli. Sia il presidente Gugliotti che il dirigente Caprino ci hanno confermato che quei terreni sono di proprietà del comune di Taranto, e il consigliere Battista si è detto disponibile a verificare lo stato dei luoghi e sollecitare Kyma Ambiente (AMIU) affinché ne sia ripristinato il decoro prima dell’inaugurazione.

Un dettaglio della discarica presente sul raccordo tra Tangenziale e Salinella

Immagine 1 di 1

  • La sicurezza della viabilità di via Lago di Montepulciano. Come abbiamo più volte ribadito (la nostra prima richiesta in tal senso è datata 18 gennaio 2018 a seguito di incontro con l’allora vicesindaco De Franchi), il traffico su quest’arteria cittadina aumenterà in seguito all’inaugurazione della tangenziale, e l’incrocio con via Golfo di Taranto e via Lago Maggiore è stato più volte oggetto di incidenti anche pericolosi.

A tal proposito, la nostra richiesta ribadita anche in questa sede è quella di realizzare una rotatoria (punto giallo evidenziato nella mappa) al fine di rallentare il traffico. Ci è stato confermato che si tratta di un tratto di strada di proprietà comunale, e che l’unico modo per poter realizzare una rotatoria in quel punto è quello di passare da una variante (o attendere che il comune si accorga delle nostre richieste, sperando che non si verifichino altri incidenti).

Uscita dalla tangenziale sud e possibili rotatorie

Immagine 1 di 1

Tra l’altro, il primo progetto originario della tangenziale sud prevedeva che via Lago di Montepulciano non fosse utilizzata come svincolo, e che la tangenziale stessa dovesse confluire direttamente su via Golfo di Taranto (tratto in rosso) con un’altra rotatoria, ma i proprietari dei terreni (privati) che avrebbero dovuto essere attraversati da questa bretella non ne hanno poi ceduto la proprietà all’ente Provincia.

Il presidente si è detto disposto a riprendere in mano questa parte progettuale verificandone le possibilità di acquisizione dei terreni, essendo tra l’altro il progetto pronto per essere realizzato senza variante.

Lotto 2, Salinella – Taranto 2, in verde nella mappa: in questo caso i tempi sono più lunghi. Di fatto, vi è un ostacolo burocratico per la rimozione di alcuni cavi elettrici al momento presenti lungo il tragitto (all’altezza della Strada Vicinale Rapillo S. Francesco), e i tempi non sono certi. Il presidente Gugliotti si è impegnato nel risolvere il problema entro la fine dell’anno (ci vogliono almeno 90 giorni per il trasferimento delle linee elettriche), così da poter completare tutto entro marzo 2022.

Lotto 2, il punto in cui i lavori sono interrotti

Immagine 1 di 1

Al termine dell’incontro abbiamo inoltre avuto modo di portare all’attenzione del presidente Gugliotti il protocollo d’intesa che abbiamo preparato per la creazione della “Rete dell’Oasi” per la tutela dell’Oasi della Salina Piccola (ovvero il relitto della Salina Piccola nei suoi bacini sud e nord) e che nelle prossime settimane invieremo a tutte le associazioni ed enti che hanno deciso di aderire. Il presidente si è detto entusiasta dell’iniziativa e, al netto della valutazione e approvazione del testo, si è anche detto favorevole alla firma e adesione al patto.

Usciamo dall’incontro molto soddisfatti, non solo per le risposte ricevute ma anche per la disponibilità del presidente Gugliotti e del dirigente Caprino nell’ascoltare le nostre istanze. Nei prossimi giorni dovremmo ricevere qualche informazione in più riguardo l’inaugurazione del primo lotto della tangenziale, e come sempre vi terremo informati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.