DPP Dove Provare è Possibile, la Salinella risponde PRESENTE

È stato un incontro molto positivo quello di ieri, 5 marzo, presso l’auditorium della parrocchia Santa Famiglia e alla presenza degli assessori Ubaldo Occhinegro, Massimiliano Motolese e Paolo Castronovi, dei consiglieri comunali Gianni Azzaro, Dante Capriulo, Carmen Galluzzo e Cisberto Zaccheo, e dell’Ing. Francesco Rotondo. Positivo per il costruttivo dialogo che si è instaurato con assessori e consiglieri, ma anche per la partecipazione attiva da parte degli abitanti del territorio – a detta di molti si è trattato dell’incontro a cui ha partecipato più gente.

Il tema dell’incontro riguardava la qualità della vita, per la quale nei giorni scorsi vi avevamo chiesto una definizione che ieri abbiamo potuto riassumere in “assenza di dialogo con l’amministrazione”, portando sul tavolo diversi esempi concreti di segnalazioni – alcune di un certo spessore – per le quali il nostro Osservatorio non ha quasi mai ottenuto riscontro da parte di chi ci amministra. Tra questi, abbiamo fatto l’esempio dell’autorizzazione richiesta quasi due anni fa per l’installazione della nostra Little Free Library e non ancora ottenuta, e la mancata rimozione degli scarti di bitume su via Golfo di Taranto, successiva al ripristino dei tombini rubati a gennaio 2018 e mai effettuata dal maggio dello scorso anno (mese in cui i nuovi tombini furono installati).

Ne abbiamo approfittato per consegnare le 701 firme raccolte dal nostro Osservatorio negli scorsi mesi – le VOSTRE firme – per sensibilizzare il Comune sul tema del rischio idrogeologico che pende sulle teste dei nostri abitanti, sui seggi elettorali che qui mancano, così come sulla richiesta di un’area sgambamento cani.

Proprio sul rischio idrogeologico, tema sul quale i cittadini si sono dimostrati piacevolmente preparati, si è incentrata parte del dialogo. Dall’intervento dell’Ing. Rotondo abbiamo potuto recepire ulteriori informazioni sullo stato dell’arte, ovvero la necessità di dichiarare l’area a rischio idrogeologico. Si tratta di competenza dell’Autorità di Bacino, e nei prossimi giorni contatteremo il Commissario per le Bonifiche di Taranto, Dott.ssa Vera Corbelli, per chiedere lumi.

Non sono mancati altri interventi: vi è stata, infatti, la possibilità di ascoltare esempi virtuosi di chi ama la propria terra e si batte per migliorarla, come Fiorella Occhinegro per l’ABFO Associazione Benefica Fulvio Occhinegro, Daniele Nuzzi e Simona Internò del Centro Cultura “G. Lazzati”, o ancora Carmine Carlucci per l’Osservatorio sulla Qualità della vita e diversi altri abitanti del territorio.

Il nostro è un territorio vivo, partecipe, consapevole della sua importanza nel tessuto cittadino, delle sue mancanze ma anche delle sue ricchezze e belle realtà. “Non esiste centro senza periferia, e non esiste periferia senza centro”. È un concetto in cui credevamo e crediamo ancora oggi, ed è da quello che vogliamo ripartire con lo stesso spirito collaborativo che ha sempre contraddistinto le nostre attività e con l’augurio che a questo dialogo corrispondano presto le azioni concrete di cui il territorio ha bisogno.

Leave a Comment.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.