Presentata la Salinella del futuro

Risoluzione definitiva del Rischio idraulico

I progettisti di Urban Center ritengon di poter finalmente risolvere il problema del rischio idrogeologico del quartiere Salinella grazie ad un complesso sistema di impianti idraulici di smaltimento delle acque meteoriche e movimenti terra per la creazione di due bacini di laminazione ed accumulo delle acque in eccesso.

I bacini saranno realizzati a sud del Sestante (tra Sestante e Taranto 2) e a nord tra via Lago Maggiore e via Lago di Levico, e raccoglieranno le acque meteoriche tramite un complesso sistema di canalizzazioni (il tutto poi dovrebbe confluire in Mar Grande tramite il cosiddetto “canale Mussolini” già presente sotto la direttrice di via Lago di Montepulciano).

I due bacini di laminazione

Immagine 1 di 1

Entrambi i bacini non saranno balneabili e/o comunque accessibili, anche al fine di tutelare la biodiversità

L’invaso del bacino sud sarà pari a circa 156.000 m3, il bacino nord 108.000 m3.

 

Pages ( 2 of 6 ): « Previous1 2 34 ... 6Next »

9 risposte a “Presentata la Salinella del futuro”

  1. Ottima iniziativa sperando che i lavori non finiscano prima del completamento dell’opera, come spesso accade dalle nostre parti, per poi rimanere opere incompiute come la strada che va ad Avetrana che ormai e solo una vergogna.

  2. Condivido pienamente il progetto sperando nella sua realizzazione nei tempi giusti e soprattutto prevedere la manutenzione e una vigilanza attenta 24 ore su 24 per non far distruggere un patrimonio realizzato anche con i nostri soldi e a nostro beneficio

  3. Gli allagamenti della zona sono noti. Confidiamo in una soluzione veloce e conveniente. Buonissimo il progetto specie se economico e durevole nel tempo: tanto benessere per tutti.

  4. Sulla carta progetto splendido, vedremo poi nei fatti, soprattutto vedremo se saranno rispettati i tempi e le modalità. Un’opera sinceramente bella che potrebbe davvero risollevare il quartiere, ma al contempo molto impegnativa nel tempo, saranno necessari controlli seri e severi, manutenzione ordinaria e straordinaria per garantirne la conservazione, il rischio è che se tutto sarà abbandonato a sé stesso in pochi anni il degrado sarà anche peggiore

  5. Io proprio non riesco a capire il CCR in quel punto. Una discarica che distrugge il 50 % dell’intero progetto. È stupido dire “eh ma li c’è già una discarica” , non ha senso! La soluzione era toglierla ( molto semplicemente direi) o multare pesantemente i trasgressori. Invece che si fa? Una mega discarica , attenzione, multi materiale, ovvero anche organico! Sapete che significa immagino…PUZZA – FETORE.. A 50 metri dalla tribuna del camposcuola!!!!… eh ma “i camion portano i rifiuti altrove” …immagino già l’estate tarantina dello sport..

  6. La caduta di Melucci sapete che significa per la salinella ? Un disastro. Cantieri bloccati, progetti ( e soldi) in fumo. Mi dispiace, ma dovete anche voi fare campagna elettorale. i personaggi della maggiornanza che hanno dato le dimissioni ( ad esclusione di quelli dell’opposizione, per i quali non è corretto parlare di tradimento, perchè appunto hanno fatto opposizione) devono essere pubblicati sulla vostra pagina e tenuti a futura memoria affinchè nessuno voti nulla sia a loro riconducibile. RIPORTO DAL SITO SOLE24 : “assessore Deborah Cinquepalmi, cugina di Walter Musillo, responsabile del gruppo Idea Indipendente, l’assessore Simona Suma e il presidente Francesco D’Errico, entrambi in quota ai consiglieri comunali Carmen Casula e Massimiliano Stellato, del gruppo di Puglia Popolare, già in maggioranza con il centrosinistra nel Consiglio regionale, l’assessore Gabriella Ficocelli e il componente del cda Claudio Stola, entrambi in quota ai consiglieri comunali Salvatore Brisci e Salvatore Ranieri”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.