Elezioni, la Salinella ancora una volta ignorata dall’amministrazione comunale

26 maggio 2019, giorno di elezioni europee e giorno in cui non possiamo più nascondere il nostro sdegno, nostro e di tutti i 701 firmatari della petizione con la quale avevamo chiesto una soluzione che venisse incontro alla necessità di tanti anziani o abitanti del territorio sprovvisti di mezzo privato e lontani dal seggio elettorale di via di Viverone.

La petizione era stata consegnata il 5 marzo, durante l’incontro DPP Dove Provare è Possibile, al quale avevano partecipato gli allora assessori Occhinegro, Motolese e Castronovi, oltre ai consiglieri comunali Azzaro, Capriulo, Galluzzo e Zaccheo, e oltre al punto relativo ai seggi elettorali verteva (e lo fa tutt’ora) su rischio idrogeologico e una richiesta di area sgambettamento cani.

Abbiamo atteso fino ad oggi, nonostante i 60 giorni previsti dal regolamento comunale (articolo 50, comma 2) fossero scaduti lo scorso 4 maggio.

Abbiamo provato ad avere fiducia fino all’ultimo giorno, ma evidentemente è stata mal riposta, visto che ancora una volta la voce del territorio della Salinella è stata ignorata. Il nostro Osservatorio non ha ricevuto alcun tipo di riscontro, e chissà quanta gente – per lo più anziani – oggi non si recherà alle urne, anche a causa delle avverse condizioni meteo.

Di seguito riportiamo il testo della petizione firmata, lo ricordiamo ancora una volta, da 701 persone. Continueremo ad insistere in tutte le sedi ed in tutti i modi affinché le istanze del territorio siano prese in considerazione:

Considerata la vastità del quartiere Salinella ed il numero e l’età media dei suoi abitanti, l’ubicazione dei seggi elettorali unicamente presso i locali dell’istituto Archimede in via Lago di Viverone risulta quanto mai scomoda ed insufficiente. Gli abitanti dell’ampia aerea che comprende la zona CEP, quella cosiddetta “del Sestante” e quella adiacente lo stadio Iacovone, a causa della distanza e della difficoltà ad attraversare via Ancona a piedi, sono gli unici in città a essere costretti a dover usare un mezzo di trasporto per poter esercitare il proprio diritto di voto.
Inoltre, chi non ha a disposizione un mezzo privato è costretto a prendere l’autobus e comunque deve affrontare un ulteriore tratto a piedi da corso Italia al plesso scolastico che, per le persone anziane specialmente, non è di poco conto.
Riteniamo che questo disagio leda il diritto dei cittadini del quartiere di accedere agevolmente alle operazioni di voto.
Giova ricordare che la precedente ubicazione dei seggi in via Lago di Montepulciano 1, presso la ex scuola Cotignola, era stata giustamente esclusa come sede elettorale in quanto già causa di disagi e inaccessibile nei giorni di pioggia per gli allagamenti che continuano a renderla impraticabile.
Chiediamo pertanto che l’amministrazione comunale si adoperi affinché si individui una soluzione per poter allestire dei seggi anche nell’area CEP/Sestante, così da favorire l’espletamento del dovere civico del voto di tutti o, in assenza di sedi idonee, garantire un servizio navetta gratuito che permetta a chiunque di poter esercitare il proprio diritto di voto senza disagi.

Leave a Comment.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.